DETTAGLIO ARTICOLO

Viaggi di Crastulo » Paese del Sol Levante
17/06/2008
Articolo di: Monica

Giappone

Giappone, terra affascinante e miseriosa, piccolo arcipelago con una densità di popolazione tra le più alte del mondo. Non a caso, infatti, i giapponesi sono dei maestri nell’ottimizzazione dello spazio. Aveta mai visto la casa di città di Renato Pozzetto in “Il ragazzo di Campagna”? Quella di un totale di 10 mt quadri in cui c’era tutto, camera salotto, cucina, bagno e persino l’angolo del telefono. Ebbene, in Giappone esistono veramente case di quel tipo (e a dire il vero si sta arrivando anche da noi ad avere case modello puffo), proprio perché il territorio è piccolo e loro sono in tanti. Perfezionisti in tutto, sono i padri dell’anguria quadrata, inscatolata durante la crescita in modo da avere un’estetica uniforme e precisa. Forse anche questa mania deriva dalla necessità di ottimizzare gli spazi, le angurie quadrate, del resto, occupano meno spazio di quelle tonde ingombranti.
Sappiamo benissimo che sono geni dell’elettronica ed è l’unico paese che si è ripreso grandemente dopo la guerra tanto da divenire l’unico Paese in attivo al mondo. Un mondo quasi paradossale caratterizzato dalla presenza di antiche consuetudini nei paesi dell’entroterra fino alla vita dentro un cartone animato dentro le grandi città. Stacanovisti instancabili, vivono prevalentemente per il lavoro e per far crescere il loro Paese. Una realtà che noi non conosciamo e che non siamo abituati a vedere, dato che anche la tv è sotto il monopolio occidentale. Se non fosse stato per i cartoni animati che hanno accompagnato la nostra infanzia, quasi non saremmo neanche a conoscenza dell’esistenza del Giappone. Un popolo che vive a stretto contatto con i terremoti, più o meno forti, durante tutti i giorni dell’anno, e che ha dovuto trovare delle soluzioni innovative anche per questo problema. Un popolo decisamente al di fuori delle righe. E perché quindi perdere l’occasione di recarsi nell’oriente più estremo, dopo il quale effettivamente inizia l’occidente?

Oggi come oggi ci sono dei voli che collegano Roma col giappone che non costano tantissimo, si aggirano intorno agli 800,00 € andata e ritorno, rimane poi l’albergo, e in quel caso i prezzi possono variare anche di molto a seconda della città e della categoria. Comunque mi è capitato tra le mani un pacchetto non male, con partenza da Roma o Milano, da € 1.300,00 che comprende volo andata e ritorno per Tokyo, 6 notti in hotel in pernottamento e prima colazione e, udite udite, trasferimenti con Limousine bus dall’aeroporto all’hotel e viceversa. Tasse e quota di iscrizone escluse.
L’altra proposta comprende una settimana da dividere tra Tokyo e Kyoto, a partire da € 1.500,00 e in questo caso oltre al volo A/R e il soggiorno è compreso nella quota anche un Japan Rail Pass per 7 giorni. Come sempre tasse e iscrizione escluse.
Vi ricordo che per andare in Giappone bisogna convertire l’Euro in Yen, il cui valore è pari a circa 60 cent di € per 100 Yen. Per recarvisi è sufficiente avere il passaporto valido e un bilgietto di andata e ritorno. Se il viaggio dovesse durare più di 90 giorni è necessario avere il visto. Il fuso orario è di nove ore avanti rispetto all’Italia.

Per quanto riguarda il periodo ideale in cui andare, la primavera e l’autunno sono le stagioni migliori, mentre in inverno o in estate può fare rispettivamnete troppo freddo o troppo caldo. Bisogna anche tenere presenti i periodi di festività molto sentiti in Giappone, tanto che trovare un posto in cui alloggiare potrebbe diventare impossibile. Le mance non sono diffuse, per dimostrare la gratitudine a qualcuno, magari al personale dell’albergo, è meglio fare un regalo.
Una delle pecche più grandi di questa Nazione è che non è un posto molto attento alla natura e all’ecologia, anzi sfrutta al massimo ogni risorsa si terrena che marina, creando notevoli danni.
Per questa settimana è tutto. Ciao e alla prossima.

Per informazioni
mailto:rubrica.viaggi@gmail.com

Giappone

Condividi l'Articolo su:

Facebook Myspace Live

Torna su



gif trasparente