DETTAGLIO ARTICOLO

Cinema » L’ultimo Pulcinella con Massimo Ranieri
02/12/2009

2Massimo Ranieri
in
L’ultimo Pulcinella

un film di
Maurizio Scaparro
con Adriana Asti, Jean Sorel, Valeria Cavalli, Domenico Balsamo,
Carla Ferraro, Margot Dufrene
con la partecipazione straordinaria di Antonio Casagrande
soggetto e sceneggiatura Rafael Azcona, Diego De Silva, Maurizio Scaparro
musiche Mauro Pagani
distribuzione Bolero Film
distribuzione internazionale Rai Trade
prodotto da Compagnia Italiana / Faro Film / Rai Cinema


Secondo appuntamento con la rassegna Le arti a teatro-Eventi speciali organizzata dal Ce.D.A.C.

Dal 2 al 6 dicembre 2009 al Teatro MiniMax del Teatro Massimo a Cagliari
verrà proiettato il film L'Ultimo Pulcinella, diretto da Maurizio Scaparro che vede protagonista Massimo Ranieri, nell’ambito del progetto Cinema è Teatro in collaborazione con Rai Cinema, Bolero Film e Compagnia Italiana.

Il progetto tende a rafforzare il legame tra il pubblico del cinema di qualità e quello del teatro  (“sono due tende dello stesso campo” – come spesso Scaparro ama ricordare). Gli abbonati del teatro potranno così assistere, per la prima volta, accanto agli spettacoli teatrali previsti, anche alla proiezione del Film L'Ultimo Pulcinella che è anche, del resto, un grande atto d’amore per il Teatro.


Il costo del biglietto è di 6 euro
3 euro per gli abbonati alla stagione di prosa

Orari delle proiezioni:
2-3 dicembre 2009 ore 21.00
4-5-6 dicembre 2009 ore 17.00 e ore 21.00


LA TRAMA
L'Ultimo Pulcinella è la storia di un rapporto spesso traumatico tra un ragazzo napoletano che cerca nuovi stimoli creativi e di vita lontano dalla sua città, e di un padre, artista di strada, che guadagna con fatica la vita continuando a cantare e a recitare nelle piazze di Napoli "le storie di Pulcinella". È anche la storia quindi di un mondo che cambia, di generazioni che stentano a capirsi, ambientata fra la Napoli d'oggi e la Parigi delle banlieues, altro crocevia di faticose e spesso violente contraddizioni, dove padre e figlio cercheranno di costruire nuovi sogni anche attraverso il teatro e la musica.
E la musica, che diventa immediatamente meticcia, lingua comune per napoletani, maghrebini, africani, è elemento essenziale, poetico e travolgente del film, anche grazie alla magnifica voce di Ranieri e ai bellissimi arrangiamenti di Mauro Pagani. La musica segna il passaggio verso la costruzione di una comunità teatrale e un’armonia possibile fra le culture del Mediterraneo, un tempo ricche di feconde contaminazioni, oggi in conflitto fra loro.
E allora, la soluzione che Scaparro e gli sceneggiatori – lo scomparso Rafael Azcona e lo scrittore napoletano Diego De Silva – indicano a questi ragazzi e a noi spettatori, è resistenza e accoglienza: resistenza a questi tempi bui di decadenza civile e culturale, accoglienza dell’altro attraverso il linguaggio delle arti.
3

Condividi l'Articolo su:

Facebook Myspace Live

Torna su



STRUMENTI

Traduci in: EN ES DE FR RU JA 

 

INFORMAZIONI

Dove

Teatro Massimo - Cagliari

Quando

Dal: 02/12/2009 al: 06/12/2009
Orario: Vedi informazioni

Prezzo

Vedi informazioni

 



gif trasparente