DETTAGLIO ARTICOLO

Le interviste » Intervista a Marcello Lai (Linea Notturna)
23/04/2010

7


Ultima fermata Linea Notturna. La serata finisce qui, fra i tavoli in acciaio carichi di bicchieri, le risate di chi si attarda al bancone per finire l’ultimo drink. Dalla sua nascita il locale di via Mameli non ha perso 1 colpo, anzi, è cresciuto, si è allargato, ha guadagnato spazi e fama. Prima era solo un perimetro intorno al bancone quadrato stile ring oggi due piani e tre sale. Aprile 1988, aprile 2010, a 22 anni dalla sua apertura abbiamo incontrato il titolare Marcello Lai per chiedergli come tutto è iniziato e di tirare le somme di questi ultimi due decenni.




6

2- Marcello indubbiamente Linea Notturna ha fatto la storia dei locali cagliaritani, puoi raccontarci com'è nato il locale?
 Il locale è nato dopo sette anni di stagioni a Porto Cervo
(lavoravo come vice direttore al Gil's Club, quello che adesso si chiama Billionaire)
è nato dopo un'altra esperienza cagliaritana che si chama Beauborg ( il primo locale alternativo di Cagliari), dopo tutte queste esperienze ho deciso che era il caso di fare un locale che fosse un punto di riferimento per Cagliari e interland. Se siamo ancora a galla dopo 22 anni qualcosa lo abbiamo sicuramete creato. Mi piace accomunare il Linea al Ronnie Scott di Londra.

- Sabato si festeggiano i 22 anni di questo storico locale cosa ci possiamo aspettare?
Ma ... sicuramente una serata effervescente. Per anni abbiamo sempre fatto dei cadeau . cerchiamo di non smentire ciò.

3

- Linea Notturna è forse l'unico locale che organizza concerti 4 giorni a settimana, come mai questa scelta così in contro tendenza, soprattutto viste le difficoltà e i costi dei Live?

Hai ragione i costi sono molto alti, ma dal Linea tutti si aspettano sempre una serata calda con molta gente, siamo diventati schiavi dei numeri. In qualsiasi locale 200 persone  fanno numero, al Linea no, ...la gente dice che era sottotono! quindi giocoforza devi essere sempre motivato a dare divertimento ed a far sentire la gente come a casa propria,

- Tante cose sono cambiate in questi lunghi anni, ma secondo te qual è un particolare di linea notturna (nello spirito) che non è mai cambiato?
 Mi piace l'idea di dire che il Linea è come l'estenzione del salotto di casa , un luogo dove trovi sempre degli amici.

4

- Crisi a parte secondo te come è cambiata la clientela cagliaritana in questi anni?
Un'osservazione importante è quella che Cagliari ormai ha perso abitanti a causa dei prezzi delle case e degli affitti. I centri vicini si sono attrezzati e sono sorti molti locali pizzerie e ristoranti. Naturalmente se uno abita a Sestu, Elmas, Assemini etc. dopo essere rientrato a casa difficilmente tornerà a Cagliari per una pizza o un drink, lo prenderà in loco. I Pr si danno da fare ma la crisi negli ultimi mesi sta dando grosse mazzate all'economia. Solo coloro che  saranno lungimiranti staranno a galla.

- Per chiudere puoi darci qualche anticipazione sulle future novità di linea notturna?
E’ una bella domanda, ma oramai sei ci sono delle idee da mettere in gioco non se ne parla più, si agisce, si fa , poi si presenta l'idea, la concorrenza non deve sapere il tuo gioco. Fare l'imprenditore a Cagliari è diventato quasi come fare una partita di poker.

5

Condividi l'Articolo su:

Facebook Myspace Live

Torna su



gif trasparente