DETTAGLIO ARTICOLO

Viaggi di Crastulo » In vacanza a Madrid
04/12/2009
Articolo di: ligas.vale@live.it

2Appuntamento all’aeroporto di Elmas. Sigaretta in bocca, trolley a fianco e sguardo fugace verso l’orologio. Arriva qualche personaggio famoso? No oggi i vips siamo noi!Già qualcuno borbotta per l’amico che è sempre in ritardo. Ma eccolo arrivare con fare sorridente e dire: “Hola cicha!”. Non saluta la nostra sigaretta, inizia solo a cimentarsi in qualche frasucola spagnola. Presto saremo a Madrid! Una delle tante tratte offerte da Ryanair per l’aeroporto di Cagliari.

Arrivarci è semplicissimo e a basso costo soprattutto se si prenota il volo con qualche mese di anticipo.
Ci ritroviamo lì per le sue strade signorili e soleggiate, indecisi se soffermarci prima sul museo del Prado o su quello Archeologico Nazionale. Il primo contiene una delle più grandi collezioni di pittura spagnola, dai capolavori di Valdez a quelli di Goya, mentre il secondo espone centinaia di reperti dall’era preistorica al XIX secolo. I musei sono tantissimi, c’è solo l’imbarazzo della scelta, abbracciano tutti i campi possibili immaginabili, c’è quello con le statue di cera ed esiste perfino il museo romantico. Guai a chi si perde il mitico Santiago Bernabeu! Da vedere! Anche per chi non ama il calcio! Lo stadio madrileno oltre alla visita del museo del blasonato Real Madrid, offre la possibilità di eseguire un vero e proprio tour dove si possono visitare la sala in cui si tengono le conferenze e sedersi e fare foto come si stesse tenendo un’intervista. Si può anche passeggiare per lo stadio, nelle sue tribune fino ad arrivare alla panchina. E provare l’ebrezza del campo da gioco, sedendosi, là, dove chissà quante volte aveva sbuffato il gordo Cassano quando non partiva titolare. Sentirsi per un istante un piccolo galactico, e chissà che il prossimo colpo di mercato di Florentino Perez, non sia un comune turista che passeggia per lo stadio! Da visitare anche la maestosa Plaza Mayor e l’adiacente Puerta del Sol situate nella parte vecchia di Madrid. Per non parlare della Calle de Preciados, la via dello shopping e ancora la bellissima Plaza de Espana, il Palazzo Reale e la Plaza De Colòn, un’ampia piazza dedicata a Cristoforo Colombo. Ma che bella Plaza de Cibeles! Dove sorge una graziosa fontana con la statua di Cibele, dea greco-romana della natura. Puerta de Alcalà espone un imponente ed elegante arco trionfale costruito nel 1778 scolpito in granito. Per chi amasse le lunghe passeggiate consigliamo l’immenso Parque del Retiro, che si affaccia su un lago dove è perfino possibile noleggiare imbarcazioni.
Qui cui si erge il maestoso monumento dedicato ad Alfonso XII.
Tra le discoteche c’è solo l’imbarazzo della scelta, consigliamo, il discobar Torero, in Calle de la Cruz, tra i più in voga a Madrid e dove si raccomanda l'eleganza, la discoteca Kapital, di sette piani, si trova ad Atocha 125 e l’alternativa Joy Madrid, in Arenal 11, dove la pista è circondata da palchetti di un antico teatro. Imperdibile tappa pre-serata è El Tigre, locale in legno, spartano, frequentato dalla maggior parte dei turisti di Madrid, una piccola accogliente betolina dove sentirsi come a casa propria e poter assaggiare le sue sfiziosissime tapas. Ordinando una birra si riceve un piattino carico di deliziosi stuzzichini, dalle tortille salate, a tartine di pane condite con salse varie ed il rinomato prosciutto spagnolo. Da leccarsi i baffi!
Valentina Ligas
3
4
5
6
7

Condividi l'Articolo su:

Facebook Myspace Live

Torna su



gif trasparente