DETTAGLIO ARTICOLO

Le interviste » Fabio Petruzzo: Neptune, Nounder30 e dintorni
15/08/2010
Articolo di: Nicola Tixi Montisci

Charlie Chaplin diceva: “Ti criticheranno sempre, parleranno male di te esarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa andare bene comesei. Vivi come credi, fai cosa ti dice il cuore…ciò che vuoi…. una vitaè un’opera di teatro che non ha prove iniziali. Canta, ridi, balla, amae vivi intensamente ogni momento della tua vita prima che cali il sipario e l’opera finisca senza applausi”.

1Con questa bella citazione, a lui cara, presentiamo Fabio Petruzzo, da tanti anni uno dei protagonisti della movida cagliaritana.
Imprenditore rampante conosciuto nel ramo degli arredi per locali e da tantissimo tempo colonna delle notti cagliaritane over30. Ma il suo nome si associa a un'attività di successo che conduce da dodici anni, lo stabilimento balneare Neptune, nel litorale di Quartu oltre che ad un brand di successo, il Nounder30. Due progetti a cui ha saputo imprimere la sua personalità: stile, originalità, qualità.
Collabora con la serata del Lido di venerdì oltre a proporre un'intensissima programmazione nel suo piccolo grande mondo, il Neptune (per controllare gli aggiornamenti visitare il sito http://www.neptunebeach.it/)

-    Come, perchè e quando è nato il progetto Neptune?
Ho la concessione del Neptune dal ‘98. Nacque come punto d'appoggio per le moto d'acqua, quando allora organizzavo le gare e partecipavo da pilota. Col tempo e tante scartoffie siamo arrivati ad avere le autorizzazioni per realizzare la struttura balneare che esiste adesso. Nel 2007 a struttura pronta contattai un po' di organizzatori locali, ma tutti snobbarono e criticarono il Neptune e la mia idea di rivolgerlo verso un tipo di offerta differente dal solito, ma vedendoli cosi' poco convinti decisi di provare da solo ad organizzare le feste convinsi le mie amiche più strette a darmi una mano nominandole sul campo p.r. del Neptune Team!
Usai la mia rubrica telefonica quindi il progetto nounder30 venne fuori di conseguenza appena individuai la fortissima esigenza di quel target per avere qualcosa di dedicato, senza lo stress di ragazzini maleducati intorno o di gente che litiga perchè magari abusa di certe sostanze proibite.

4

-    Quali sono state le maggiori difficoltà che hai incontrato per la tua strada?
Difficoltò che qualunque azienda ha oggi sul mercato italiano: l'assurdità della burocrazia e della pressione fiscale. Il nostro piu' grosso nemico e' stato quello. La concorrenza e' stimolante, la burocrazia e' opprimente e demotivante. Mi sono trovato a pagare multe perche' qualcuno aveva buttato un pacchetto di sigarette o una busta del mc donald nel nostro contenitore di rifiuti in vetro perche' ho pulito l' area fuori dalla concessione con dei rastrelli.

-    Che servizi potete offrire attualmente?
Il noleggio lettini ombrelloni canoe e pedalo', un campo da beach tennis bar e una ristorazione oggi impostata su grigliati e fritture ma che presto estenderemo anche ai primi piatti. Il nostro è uno stabilimento totalmente accessibile ai disabili con tanto di bagno con doccia dedicate. Per gli sport: al mattino presto acquagym e pilates, alla sera tai-chi. Corsi di windsurf, lezioni di salsa e danza del ventre.

3

-   Una programmazione diversificata e ricca di motivi d'interesse. I crucci: ballo e Neptune, un binomio sempre difficile…
Al Poetto non si puo' ballare. Il Neptune fa parte pero' di Quartu Sant'Elena ed e' appena cambiato il sindaco, quindi mi si sono riaccese le speranze. Spero, per il bene del neptune, degli altri stabilimenti e di tutta la gente che frequenta il Poetto quartese, che la nuova amministrazione possa essere in grado di poter applicare le regole normali per  le attivita' turistiche, che quindi possano offrire alla clientela cio' che richiede, come di ballare!!!

-    Obiettivo e, guardiamo anche più avanti, sogni del tuo stabilimento?
L' obiettivo di un'azienda e' sempre quello di fare denaro. Il Neptune non sogna piu', non puo' dormire! Il mio sogno invece e' di trovare una squadra di imprenditori seri con la quale condividere il progetto e ampliarlo a tutta una serie di altri servizi collegati ben piu' ampi rivolti ai turisti.

-    Se per un attimo avessi la bacchetta magica e potessi esaudire tre desideri per il Poetto, da quali partiresti?
Una bella marea di alberghi alti massimo tre piani dietro al litorale con terrazze attrezzate per osservare il mare e le saline, negozi al piano terra, parcheggi sotterranei. Ripristinerei la pineta con tutti i tipi di attività sportive per bambini e per far fare i pic-nic alla gente. In spiaggia gli stabilimenti abilitati per tutti i tipi di attivita' ammissibili a fine turistico ricreativo.

-    Fabio Petruzzo è anche l’ideatore del brand “Nounder30”, lo vuoi raccontare a chi non lo conosce?
Nounder30 e' il mio nuovo lavoro, quello al quale vorrei dedicarmi al 100% e infatti sto seriamente pensando di cedere il Neptune per potermici dedicare appieno. E' un portale di comunicazione, un network che informa sulla movida over30, sugli eventi di qualita' adatti agli over 30. Nasce come piattaforma internazionale e si traduce in 10 lingue in questo momento e' completo e affidabile su Cagliari e Roma ed on line su Costa smeralda e Oristano, ma ci sono altre citta' in stand by che attendono di partire
Diciamo che il traino principale e' la movida per over30 che individua perfettamente un target di persone oggi sempre piu' ampio che se ha voglia di andare in giro per locali vuol dire che ha la capacita' e volonta' di viaggiare spendere ai quali offriamo una selezione per tutto cio' gli possa interessare dalla nightlife agli eventi allo shopping

2-    Poliedrico come non mai, ti sei anche lanciato nel campo teatrale (con la compagnia Lucidosottile, ndr), ma immaginiamo non sia l'unica attività extraimprenditoriale che abbia seguito.
Io ho bisogno di cambiare continuamente le mie esperienze, non posso vivere da spettatore, non guardo la tv, ne' partite di calcio, non vado al cinema, mi piacciono i film ma li vedo solo in casa in lingua originale. Quindi mi diverte mettermi in gioco...la vita e' un gioco... quanto alla mentalita': sinceramente sono talmente concentrato su cio' che devo fare che non ho tempo per occuparmi dei commenti della gente.

-  Come ti rapporti con una città, solitamente etichettata come provinciale, come Cagliari?
Adoro Cagliari. Ho viaggiato tantissimo e credo che abbia una dimensione ideale per ridurre al massimo lo stress da trasferimenti ma mi e' indispensabile partire almeno 10 volte l' anno! Con i low cost ora e' piu' facile.

-    Qualche ricordo della movida tra gli anni Novanta e il Duemila? Se ti dicessi Officina, cosa mi risponderesti?
Officina...che stress...bella esperienza ma davvero dura.... cmq mi e' servita, come tutte le esperienze...


-    Leggi qualcosa in particolare?
Purtroppo riesco a leggere quasi esclusivamente in aereo o in aereoporto quando ho la fortuna di viaggiare oppure in vacanza....anche per le letture mi piace cambiare tanto che ultimamente ho la fissa per la fisica quantistica .

-    Un consiglio agli amici di Crastulo che frequentano le notti cagliaritane e a tutti gli altri operatori.
L' unico consiglio che mi sento di dare e' di cercare di unirci tutti, abbiamo tutti la stessa esigenza: gli utenti di divertirsi e noi operatori di avere la possibilita' di offrire quanto la gente richiede.

-    Come è cambiato in questi anni Fabio Petruzzo?
Bella domanda. Mi costringe ad essere un po' introspettivo e a guardare dietro...cosa che non sono abituato a fare  credo di aver imparato ad apprezzare ancora di piu' la semplicita' delle cose, ad amare le persone genuine e spontanee piu' delle altre. Mi piacerebbe riuscire a non arrabbiarmi per le ingiustizie, per cio' che potrebbe esser fatto per migliorare le cose e non viene fatto e accettare anche tutto cio' come una "normalita'" della vita....ma ci arrivero'.

Informazioni

www.nounder30.it

www.neptunebeach.it/

Condividi l'Articolo su:

Facebook Myspace Live

Torna su



gif trasparente